/ News / Usa. “Ma i nativi non potrebbero tornarsene in Nativia?”

Usa. “Ma i nativi non potrebbero tornarsene in Nativia?”

_omissis_ on 12/09/2015 - 10:27 in News

Sarah Palin, ex governatore dell’Alaska, intervistata sull’immigrazione negli Usa spiega il suo punto di vista su immigrati e nativi americani. Se ne tornassero a casa loro; e i nativi? Ma in Nativia naturalmente.



Non c’è niente da fare. Anche dopo aver scorso le pagine e pagine in cui Gore Vidal elenca tutti i conflitti iniziati, provocati e sostenuti dagli Stati Uniti; anche dopo essersi resi conto di quante migliaia di nazisti gli Stati Uniti hanno accolto dopo la Seconda guerra mondiale mercé Fbi e Cia; anche sapendo del potere con cui le multinazionali del terrore dagli Stati Uniti muovono i loro passi, resta sempre per gli Stati Uniti uno scampolo di simpatia. Non viene mai a mancare un motivo di ridere della brutale ignoranza di qualche componente della società statunitense.

È il caso in questi giorni di una notizia apparsa sul «Daily Currant» (ma anche alla Cnn, sul «Time» ecc.) che ripercorre un’intervista sull’immigrazione rilasciata a Fox News da Sarah Palin, ex governatore dell’Alaska e vice presidente del partito repubblicano nel 2008, chiamata ora a sostenere Donald Trump in corsa per la presidenza.

“Io amo gli immigranti” dice Sarah Palin “ma come Donald Trump, penso che siamo dannatamente troppi in questo Paese”.

“Messicani-Americani, Asio-Americani, Nativi-Americani stanno cambiando in un mix culturale ciò che è comunemente intesa la cultura fondata dai Padri Fondatori”.

È un ex governatore a parlare, non esattamente una casalinga con i bigodini in testa: “Dovremmo avvicinare qualcuno di questi gruppi e chiedere educatamente: vi dispiacerebbe tornarvene a casa vostra? Vi dispiacerebbe restituirci il nostro Paese?”

L’intervistatore incalza: “Sai Sarah, ti adoro! Penso sia un’idea grandiosa per i messicani. Ma dove dovrebbero andare i nativi americani? Effettivamente non avrebbero un posto dove andare”.

“Be’, penso che dovrebbero tornarsene in Nativia o comunque da dove vengono”. Silenzio assoluto in studio, che il «Daily Currant» non manca di sottolineare. Ci mancherebbe pensare che tutti gli statunitensi siano idioti border line.

“I media liberal – continua Sarah Palin sicura di sé – trattano i Nativi americani come divinità. Come se potessero vantare una sorta di automatismo nei diritti in questo Paese. Ma io dico che se non riescono a scendere da quei cavalli e imparare a parlare americano, allora dovrebbero essere rispediti a casa loro anch’essi”.

Come giustamente fa notare l’articolo, molto sobriamente a titolo informativo: i nativi americani discendono dai primi abitanti del continente e non presentano legami con nessun’altra parte del pianeta. Cioè, le Americhe sarebbero casa loro di diritto. Bisogna che qualcuno lo faccia sapere al Ms. Palin. Educatamente.

Native_American_Tribes_Map_1

2.5 (50%) 2 votes

Comments are disabled
Rate this article
2.5 (50%) 2 votes

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: