/ News / Una Francia molto italiana. Per rinnovare la rete regionale la Sncf ordina treni. Un po’ troppo larghi

Una Francia molto italiana. Per rinnovare la rete regionale la Sncf ordina treni. Un po’ troppo larghi

Sncf rammoderna i convogli regionali, ma sono più larghi delle pensiline delle stazioni. Piallate le stazioni!
Massimo Bonato on 21/05/2014 - 18:05 in News

di Massimo Bonato

La notizia, «Le Monde», deve prenderla dall’edizione del 21 maggio del «Canard enchaîné», settimanale satirico, perché effettivamente ha del risibile. La storia del treno folle titolerà il settimanale.

La società ferroviaria francese Sncf ha infatti deciso cinque anni or sono di investire nel rammodernamento dei convogli regionali (TER), con l’acquisto di circa mille treni nuovi fiammanti. La favolosa commessa di 15 mld di euro è passata per gli stabilimenti della Alstom e della canadese Bombardier, e ora i treni sono pronti. Problema: sono 20 centimetri più larghi dei trentennali convogli che dovrebbero sostituire.
Molto più comodi per i viaggiatori, a detta di Sncf, che si è trovata a dover convincere la società Rff (che gestisce rete e stazioni) a raboter – piallare! – le pensiline di qualcosa come 300 stazioni, la cui pavimentazione sborda, non permettendo il passaggio dei nuovi fiammanti treni regionali. Un lavoretto che costerà attorno agli 80 mln di euro.

M.B. 20.05.14

Rate this post

0 POST COMMENT
Rate this article
Rate this post

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: