/ Resistenze / Torino. Matteo Salvini (Lega) all’ex Moi occupata. La provocazione come campagna elettorale

Torino. Matteo Salvini (Lega) all’ex Moi occupata. La provocazione come campagna elettorale

“Fassino dorme”. Salvini no. È campagna elettorale aperta quella che conduce a destra e a manca il leader della Lega contro gli uni e contro gli altri facendo leva sulla mediocre visceralità del popolino
_omissis_ on 21/12/2014 - 15:10 in Resistenze

di Massimo Bonato

Dopo l’inseguimento di Bologna, la polizia non ha voluto correre rischia Torino. Così la vera massa critica, interposta tra qualche afecionado leghista ai gazebo e i manifestanti in via Giordano Bruno, erano proprio polizia e vigili urbani, schierati tra gli uni e gli altri in forze, in tenuta antisommossa.

Di qua, davanti ai palazzi ex Moi, costruiti per le olimpiadi invernali del 2006 e poi abbandonati, chi è stato gabbato dallo Stato italiano e da tutti i funzionari che per indolenza o per interesse hanno fatto naufragare i programmi di inserimento sociale e lavorativo, lasciando queste persone in mezzo a una strada con una manciata di euro in tasca e tanti saluti. Dall’altra chi segue Salvini, credendo ancora una volta che l’”altro” sia il problema, l’onere, il capro espiatorio.

E infatti il leader della Lega dice la sua, rifgorosamente a tema: “ Fassino dorme!. Qua c’è un Comune che dorme, che tollera da troppo tempo, che concede residenze, che agli italiani nelle stesse condizioni non sarebbero mai concesse”. E ancora “Non è normale che da anni ci siano centinaia di persone che occupano abusivamennte degli stabili pubblici”. Sarebbe interessante chiedere a Salvini che cosa reputa “normale”, così, per curiosità. Intanto però punta alle elezioni del 2015, convinto di ragranellare ben più di qualche voto che gli fa pronosticare: “Nel 2015 abbiamo il dovere di prepararci a governare perché torneremo a governare”.

Basta puntare alla pancia e alle paure archetipiche e qualcosa si porta sempre a casa. I problemi, quelli veri però, non si risolvono. Al massimo se ne creano di nuovi.

Video di chiazza@autistici.org



Comments are disabled
Rate this article

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: