/ Ambiente / Terra dei fuochi: Pioggia di milioni in arrivo dalla Regione, ma è solo pubblicità

Terra dei fuochi: Pioggia di milioni in arrivo dalla Regione, ma è solo pubblicità

Per la Regione Campania "la Terra dei fuochi è frutto della spettacolarizzazione dei media" e così l'ente di Palazzo Santa Lucia si appresta a comprare 12 milioni di euro di pubblicità su giornali, Tv e web. Un'investimento enorme nel mercato dell'editoria campana e nazionale. L'obiettivo è quello di fare informazione "imparziale".
_omissis_ on 26/04/2015 - 10:00 in Ambiente, Disastri ambientali

di Antonio Musella*

Il “Piano di fattibilità Terra dei Fuochi” è promosso dalla Regione Campania guidata da Stefano Caldoro, e proprio in queste settimane sta arrivando alla sua fase operativa. Un piano che vede il trasferimento di 55 milioni di euro dei fondi PAC (Politica Agricola Comune) 2014-2020 della Regione Campania alla società Sviluppo Campania s.p.a., di proprietà dello stesso ente. Fondi che Sviluppo Campania si appresta ad investire in un mega progetto proprio sulla Terra dei Fuochi. Ma chi si aspetta investimenti su bonifiche e prevenzione sanitaria contro i roghi e l’aumento dei tumori resterà deluso. Il piano riguarderà principalmente un solo aspetto: la pubblicità. Un’anticipazione l’avevamo avuta con il video spot pubblicato a dicembre, in cui un bambino attraversa la campagna campana con il nonno, sostenendo di vedere solo …”i colori e profumi” e di mangiare “solo cose buone”.

Terra dei fuochi? Tutta colpa dei media

Il 20 giugno del 2014 il piano fattibilità “Terra dei Fuochi” è stato approvato dalla giunta Caldoro ed in queste settimane si stanno avviando i primi bandi per i progetti. Per capire di cosa si tratta basta leggere le 21 pagine del piano. “Tra le ripercussioni imputabili al fenomeno della Terra dei Fuochi il sistema imprenditoriale campano ha subito la perdita di valore delle produzioni e la riduzione della domanda”, si legge nel progetto. Il progetto della Regione Campania si concentra sulle cause del fenomeno: “il problema nasce – si legge nel piano – più dalla spettacolarizzazione dei fatti che dal trasferimento di informazioni oggettive e riscontrabili”. In buona sostanza per la Regione Campania i media che trattano della Terra dei Fuochi fanno “show” piuttosto che raccontare la verità. Per Palazzo Santa Lucia “il primo problema della Terra dei Fuochi è che non viene rappresentato in modo chiaro, corretto e fedele”. Ma appena poche righe più giù si dice che “il mondo scientifico ha la possibilità di esprimersi sul fenomeno solo in presenza di indagini giornalistiche o reportage”. Una contraddizione evidente: insomma i giornalisti fanno parlare gli esperti oppure “spettacolarizzano” la Terra dei Fuochi ? Il piano di Sviluppo Campania finanziato dalla Regione ha però ben chiaro cosa bisogna fare: “supportare la crescita dell’agricoltura campana puntando su un’accurata ed imparziale base informativa”. Visto che tutti i giornali pensano solo allo spettacolo e non raccontano “davvero” la Terra dei Fuochi, la Regione si mette in proprio e fa da sola. L’investimento è di quelli importanti nel settore 23 milioni di euro di cui oltre la metà saranno spesi nell’acquisto di pubblicità sui media nazionali e locali… segue su *fanpage

Rate this post

Comments are disabled
Rate this article
Rate this post

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: