/ Diritti / Spagna. Sindacati e organizzazioni sociali convocano una settimana di lotta contro la repressione

Spagna. Sindacati e organizzazioni sociali convocano una settimana di lotta contro la repressione

Diversi sindacati e organizzazioni sociali, che costituiscono il Bloque Combativo y de Clase, parteciperanno alla settimana della lotta contro la repressione che vedrà dispiegarsi mobilitazioni decentrate in tutte le città nella settimana tra il 9 e il 15 febbraio e chiama la classe operaia a mobilitarsi contro la repressione di Stato che disprezza il cosiddetto stato sociale democratico e di diritto.
_omissis_ on 06/02/2015 - 10:10 in Diritti

cartel_semana_lucha_antirrepresiva_negro-rojo._a4-2Diversi sindacati e organizzazioni sociali, che costituiscono il Bloque Combativo y de Clase, parteciperanno alla settimana della lotta contro la repressione che vedrà dispiegarsi mobilitazioni decentrate in tutte le città nella settimana tra il 9 e il 15 febbraio e chiama la classe operaia a mobilitarsi contro la la repressione di Stato che disprezza il cosiddetto stato sociale democratico e di diritto.

Queste organizzazioni condannano senza mezzi termini la repressione esercitata dal ministero degli Interni per criminalizzare la lotta sindacale e sociale, volendo “ridurre a una questione di ordine pubblico” ciò che solo è lotta contro l’ingiustizia sociale, in difesa dei diritti e dei servizi pubblici .

Il Procuratore Generale dello Stato ha chiesto pene detentive per tutti coloro vengano arrestati per aver partecipato a picchetti, manifestazioni, atti di denuncia, dimostrazioni, ecc. sono richiesti, Sono centinaia le persone per le quali vengono richieste pene detentive per 2, 3, 4, 5 e fino a 8 anni di carcere per proteste che non hanno causato alcun danno.

Tutto questo avviene ancor prima che entri in vigore la nuova Legge sulla tutela della pubblica sicurezza (Ley Orgánica de Protección de la Seguridad Ciudadana), nota come Ley Mordaza (legge bavaglio), che aumenta le pene finora considerate come infrazioni sino a considerarle crimini e altre le sottopone a sanzioni amministrative riducendo alla completa impotenza la popolazione in generale e gli attivisti sociali e sindacali in particolare.

Il Bloque Combativo y de Clase si compone di sindacati e organizzazioni sociali: Alternativa Sindical de Trabajadores (AST)- Confederación General del Trabajo (CGT)- Confederación Nacional del Trabajo (CNT)- Comisiones de Base (CO.BAS)- Coordinadora Sindical de Clase (CSC)- Intersindical Aragón (IA)- Sindicato Asambleario de Sanidad (SAS)- Solidaridad Obrera (SO)- Baladre- Ecologistas en Acción.

 «Tercera Información»

Rate this post

Comments are disabled
Rate this article
Rate this post

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: