/ App / Se pensi di aver sfiga ti ci vuole l’App anti-sfiga

Se pensi di aver sfiga ti ci vuole l’App anti-sfiga

Sfigometro, Antisfiga per scaramanzie sempre pronte. L’importante è non lasciarsi sopraffare dalla sfiga.
Massimo Bonato on 15/03/2015 - 09:49 in App, Free Style

Venerdì 17, gatti neri che tagliano la strada, ma anche le storiche Prinz verdi, e chissà perché le suore. Allora il legno non andava bene, ci voleva il ferro – per i maschi, pure altro – per sanare l’incontro che avrebbe portato sfortuna. Ma dipendeva anche da quel che si pestava: una buccia di banana nelle comiche c’era sempre, ma il bisogno canino no, a pestar quello sul marciapiedi la fortuna arrideva. E giù a toccar gobbi. Insomma a star appresso a sfiga e portafortuna è sempre stato piuttosto impegnativo.

Fino a ora, l’era del click.

downloadSi può intanto prevedere il livello di sfiga con, appunto, lo Sfigometro, App “che ti permette di calcolare in maniera rapida il tuo livello di sfortuna su base giornaliera, mensile o annuale”. Perché, dichiara l’App “A volte sapere il proprio livello di sfortuna è più importante che conoscere quello di fortuna!” Così, anche una frase di Murphy al giorno aiuterà a giustificare il posto auto occupato dall’automobilista clandestino o la tipica stringa strappata mentre si è già nelle curve.

screen568x568Ma vi si può por rimedio. La App Anti-Sfiga, creata da Valente Paoletti, “è l’App che ha fatto cambiare idea ai Maya”. Vademecum sempre utile per avere sottomano la scaramanzia giusta per rimediare al fato ma anche per cercarla la buona sorte, con qualche consiglio: “Massaggia un gobbo all’altezza della gobba e fai una puntata secca alla Snai dal dispositivo entro 5 minuti”. “Strofina il cornetto e trova la fortuna! Perché scegliere tra un cornetto, un gobbo, un ferro di cavallo?” Te lo spiega Antisfiga di Andrea Bortolotti, altro mattacchione che ha ideato una App per chi di superstizione non vuol sentir parlare, evitando di calpestare per strada la giuntura di impiantiti in pietra o lastre di marmo. Così, “Perché scegliere tra un cornetto, un gobbo, un ferro di cavallo?” te lo spiega l’App.

Facciamo gli scongiuri.

M.B.

Rate this post

Comments are disabled
Rate this article
Rate this post

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: