/ Resistenze / No Tav. Sabato 21 febbraio sindaci e No Tav insieme a Torino

No Tav. Sabato 21 febbraio sindaci e No Tav insieme a Torino

Rinsaldati dopo gli ultimi avvenimenti i sindaci della Val di Susa e il movimento No Tav sfileranno a Torino dove si terranno i consigli comunali della Valle a cielo aperto.
Massimo Bonato on 04/02/2015 - 10:17 in Resistenze



“Ogni euro speso per la linea ad alta velocità Torino-Lione è un euro rubato a sanità, scuola e difesa del territorio” si legge in apertura del Comunicato dei sindaci e degli amministratori dell’Unione Montana Valle Susa. “Con questo slogan i Sindaci con le Amministrazioni comunali della Valle di Susa e con il movimento No Tav manifesteranno insieme a Torino sabato 21 febbraio per ribadire la mai perduta unità di intenti e la ferma e immutata opposizione alla grande opera inutile, a maggior ragione in tempi di crisi generalizzata e di tagli”.

Bocciata dalla Corte dei conti italiana, bocciata dalla Corte dei conti francese, la Nuova Linea Torino-Lione continua a essere nell’occhio del ciclone, non soltanto per il movimento No Tav. Mentre infatti si assiste a tagli di ogni tipo in Italia, ma anche in Europa, anche la Camera dei deputati si accorge che il Tav Torino-Lione costerà 2 miliardi e 358 milioni in più del previsto. Non c’è tratta low cost che tenga. E i costi salgono per l’Italia a 7 miliardi e 789 milioni («Il Fatto quotidiano»). Al Parlamento europeo le cose non vanno meglio, e mentre l’Italia chiede 700 milioni per il Tav, l’Europa drena da progetti di ricerca, industria e trasporti 8 miliardi di euro (beppegrillo.it) per riuscire a coprire gli investimenti previsti dal Piano Juncker.

Ma al movimento No Tav si è risposto con la carcerazione, i processi, le accuse – poi cadute – di terrorismo. Proprio per rispondere alla sentenza emessa al maxiprocesso, in cui sono stati comminati 145 anni di carcere a 47 attivisti, il movimento No Tav richiama il suo popolo a una manifestazione nazionale. Una manifestazione in cui i consigli comunali della Valle di Susa delibereranno con i Sindaci in fascia tricolore “perché i soldi dei cittadini non vengano sprecati mentre si chiedono sacrifici su servizi essenziali”.

Rate this post

Comments are disabled
Rate this article
Rate this post

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: