/ Ambiente / Lago Titicaca. Il lago più alto del mondo sull’orlo del disastro ecologico

Lago Titicaca. Il lago più alto del mondo sull’orlo del disastro ecologico

Detriti umani e scarti industriali minacciano le acque del lago più alto del mondo. Quarta meta turistica del Perù, a rischio la salute del Lago Titicaca e delle popolazioni che vi vivono.
Massimo Bonato on 27/06/2015 - 07:20 in Ambiente, Inquinamento

Per chi viaggia in Perù, il Lago Titicaca, assieme alla città inca di Machu Picchu sono mete insostituibili. Quasi un pellegrinaggio.

È il lago navigabile più alto del mondo, posto a 3812 metri sul livello del mare, circa 8400 chilometri quadrati che si spartiscono tra Bolivia e Perù lo rendono uno dei primi venti laghi più grandi del mondo. “Grazie alla purezza dell’acqua, il lago è particolarmente trasparente (da 15 a 65 metri)” recita Wikipedia. O così è stato fino a ora.

nnn



Da Puerto Perez, un comune di 3000 abitanti, i pescatori si lamentano di dover raggiungere sempre più spesso il largo, riferisce «Perù21», altrimenti son solo rane morte.

L’allarme è scattato qualche mese fa, a causa appunto di una moria di rane, una specie autoctona a cui gli Aymara, che popolano la zona, attribuiscono poteri curativi e afrodisiaci.
In maggio poi è apparsa al largo una macchia verde lunga qualche chilometro, maleodorante, dovuta a rifiuti umani e a scarti industriali.

55083_gd

Gli esami a cui sono state sottoposte le acque del Titicaca hanno infatti riservato una brutta sorpresa: alti livelli di ferro, piombo, arsenico, bario, zinco. Scarti industriali a 3800 metri. Provengono dagli impianti di El Alto, periferia industriale di La Paz, in Bolivia, che conta da sola oltre un milione di abitanti. Qui il 60% degli impianti industriali, 130 in tutto, opera illegalmente, sversando scarti e liquami che finiscono nel non lontano Titicaca. Agli impianti industriali si aggiungono le attività minerarie e il ministero dell’Ambiente boliviano non riesce a star dietro agli illeciti. Il lago Titicaca è sull’orlo di un disastro ecologico titola «Los Andes».

TiticacaWatershed

Anche perché, sottolinea «El Diario» cambiando prospettiva, il problema sta diventando geopolitico, dal momento che diversi fiumi che interessano sia l’uno sia l’altro paese mancano di manutenzione, non vengono dragati e ripuliti, facendo del Titicaca qualcosa di sempre più simile a uno stagno, la cui scarsa dinamicità delle acque complica l’azione degli agenti inquinanti rinvenuti.

Anche l’Autorità transnazionale del Lago Titicaca (Alt) formata da personale peruviano e non ha risorse sufficienti per intervenire, a parte eseguire studi ed emettere comunicati allarmanti, come l’ultimo che data 2014, e nel quale fa la sua comparsa l’idrogeno solforato, un cocktail micidiale per la fauna selvatica della costa.

M.B.


4 (80%) 1 vote

Comments are disabled
Rate this article
4 (80%) 1 vote

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: