/ Diritti / Indonesia. All’università con la prova di verginità

Indonesia. All’università con la prova di verginità

Una norma del 2013 estesa anche alle giovani studentesse che potranno laurearsi soltanto se superano la prova di verginità già richiesta per l’esercito e la polizia.
Massimo Bonato on 12/02/2015 - 08:06 in Diritti, MondoD



All’università di Jember, città dell’Indonesia, le studentesse dovranno sottomettersi alla legge secondo la quale sarà necessario superare un test di verginità per poter portare a termine gli studi e laurearsi.

A riferirlo il quotidiano inglese «The Independent», che sottolinea con una certa ironia, come “naturalmente” i colleghi maschi non saranno interessati dalla recente misura. Misura atta a prevenire i rapporti prematrimoniali, introdotta già nel 2013 per le donne che aspiravano ad accedere ai ranghi dell’esercito o in polizia, ma estesa ora anche alle studentesse universitarie.

Un test che Human Rights Watch ricorda essere riconosciuto al livello internazionale come una aperta violazione dei diritti umani delle donne, una discriminazione di quegli stessi trattati pure ratificati dall’Indonesia, volti a combattere “trattamenti inumani o degradanti”.

Così, almeno la Asia di Human Rights Watch alza  la voce,  e il suo vicedirettore, Phelim Kine, dichiara che il presidente indonesiano, Joko Widodo, dovrebbe mandare un segnale forte e chiaro proibendo ai governi locali di avvalersi di tali pratiche discriminatorie: i test di verginità per le donne che vogliano entrare nell’esercito, nella polizia, nel servizio civile e ora anche all’università.

M.B.

Rate this post

Comments are disabled
Rate this article
Rate this post

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: