/ MondoD / India. Cinque donne accusate di stregoneria uccise a bastonate

India. Cinque donne accusate di stregoneria uccise a bastonate

Massimo Bonato on 10/08/2015 - 08:25 in MondoD, News

Orrore in un villaggio del Jharkhand. Cinque donne tra i 32 e i 50 anni, accusate di stregoneria sono state tratte a forza da casa e assassinate con spranghe di ferro e bastoni. 



Venerdì 7 agosto, attorno a mezzanotte, decine di abitanti di Kinjia hanno trascinato fuori di casa cinque donne e le hanno massacrate, infierendo sui loro corpi con spranghe di ferro, bastoni, e finite a pietrate fino a fracassare loro il cranio.

Etwari, Jacinta, Madani Khalko, Titri Khalko e Rakia Khalko avevano tra i 32 e i 50 anni ed erano accusate di essere streghe, responsabili di alcune disgrazie occorse al villaggio di recente, come la morte di un bambino all’inizio della scorsa settimana.

7fc9e2ee98774ce6a89d839a4b14e8f9_18
A renderlo noto sono i maggiori quotidiani indiani e del Sud-Est asiatico, che riportano il racconto dell’accaduto reso da Arun Kumar Singh, vice ispettore generale della polizia di Ranchi, capitale dello stato orientale di Jharkhand, dove il villaggio di Kinjia si trova. “I famigliari sono sconvolti – ha detto Singh. – Abbiamo assicurato loro protezione finché i responsabili non saranno assicurati alla giustizia. Siamo stati informati che è stato lo sciamano del villaggio ad averle accusate, ordinando poi la loro morte”.

La polizia ha fermato circa 50 persone coinvolte nel brutale assassinio, 27 di queste sono poi state tratte in arresto. La polizia è intervenuta con 150 uomini accerchiando l’abitato, pronta a reprimere ulteriori violenze, ma per le cinque donne era ormai troppo tardi. I loro corpi erano già stati messi in un sacco e buttati fuori dal villaggio.

“Nell’era della conoscenza questo incidente è doloroso. La società dovrebbe riflettere su di esso” ha scritto in un comunicato il primo ministro Raghubar Das.

In molte parti dell’India rurale credenze e pratiche superstiziose persistono, e sono causa di aggressioni a donne accusate di stregoneria. Aggressioni nelle quali le vittime vengono spesso trascinate fuori di casa, spogliate e arse vive, e altrettanto spesso massacrate a bastonate.

Queste ultime cinque vittime della brutalità vanno ad accrescere un penoso computo: dal 2000 al 2012 sono 2100 le persone, perlopiù donne, uccise in India con l’accusa di praticare la stregoneria, stando ai dati forniti dal National Crime Records Bureau; 400 nel solo stato del Jharkhand. Per questo in diversi stati, compreso il Jharkhand, sono state introdotte leggi speciali per cercare di arginare i crimini contro persone accusate di stregoneria.

Fonti: The India Times, India Tomorrow, Hindustan Times, The Hindu, The Malay Mail

Comments are disabled
Rate this article

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: