/ News / Germania. Raduno dei razzisti di Hogesa a Colonia. La polizia carica gli antirazzisti

Germania. Raduno dei razzisti di Hogesa a Colonia. La polizia carica gli antirazzisti

Massimo Bonato on 26/10/2015 - 19:33 in News

Raduno degli ultras xenofobi dell’estrema destra di Hogesa a Colonia. Circa 50 associazioni civili, sociali e culturali convocano una contromanifestazione a cui rispondono in 10mila. Scontri per difendere i 1000 di Hogesa in una piazza blindata.



Oltre 10mila antirazzisti e antifascisti si son dati appuntamento domenica 25 ottobre a Colonia per contrastare e impedire il raduno dell’ultradestra razzista e islamofoba di Hogesa.

Hogesa (Hooligans gegen Salafisten – Hooligans contro i Salafiti) è sigla meno conosciuta della più chiacchierata Pegida ma non meno attiva nella diffusione dell’odio razziale e islamofobo che fa perno sull’immigrazione e sulle recenti ondate di profughi che premono sull’Europa.

Proprio Colonia in questi giorni è stata teatro di un agguato xenofobo: lo scorso fine settimana, alla vigilia delle elezioni comunali, un uomo con il passato neonazista ha accoltellato e gravemente ferito la candidata a sindaco della città, e responsabile dell’accoglienza dei rifugiati, Henriette Reker. La Reker, che ha già lasciato il reparto di terapia intensiva, ha poi vinto la maggioranza assoluta in queste elezioni.

Il raduno di Hogesa a Colonia era stato in un primo momento vietato, ma poi concesso a patto che si svolgesse distante dalla stazione ferroviaria e senza corteo, anche per timore di ripetere l’analoga esperienza di un anno fa, per una manifestazione che lasciò a terra una cinquantina di agenti a causa degli scontri. La polizia ha quindi dispiegato 3500 uomini, provenienti anche dalle regioni vicine, per contenere la manifestazione delle circa mille persone radunatesi sotto le bandiere xenofobe di Hogesa.

A contrastare Hogesa è stata chiamata la società civile, con una manifestazione convocata da una cinquantina di associazioni sociali e culturali. Colonia ha visto quindi riversarsi in strada 10mila antifascisti e antirazzisti, accomunati da parole d’ordine quali Nessun essere umano è illegale e Benvenuti rifugiati. Un primo scontro è avvenuto proprio nei pressi della stazione, dove gli antirazzisti hanno cercato di ostacolare l’arrivo in città dei sostenitori di Hogesa. Poi, ancora cariche all’insegna della pacificazione della contesa, con la giustificazione di dover tenere distinti e lontani gli schieramenti. Hogesa ha così potuto radunarsi blindata dalla polizia, intenta d’altro canto a sparare lacrimogeni e a disperdere gli antirazzisti con cariche e idranti.

Comments are disabled
Rate this article

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: