/ Free Style / Costruire senza abbattere alberi. È possibile e bello

Costruire senza abbattere alberi. È possibile e bello

_omissis_ on 09/08/2015 - 14:32 in Free Style, Oops

Sette esempi di come sia possibile costruire senza tagliare alberi. La deforestazione è un problema urgente, che ha impatti molto negativi sull’ambiente, e benché la deforestazione urbana rappresenti una percentuale esigua del problema, questi architetti hanno accettato la sfida di dimostrare come sia possibile e persino desiderabile vivere con gli alberi. Fuori e dentro casa.

Fonte: noses.it

Fonte: noses.it

L’impatto della deforestazione sull’ambiente è fortemente negativo, e contribuisce al riscaldamento globale, ha effetti sul ciclo dell’acqua, riduce la biodiversità e la terra fertile, tra i tanti effetti devastanti di cui si potrebbe parlare.

Ma ha anche un effetto economico che, come suggerisce la Convenzione sulla Diversità Biologica di Bonn, potrebbe “ridurre della metà gli standard di povertà mondiale e il prodotto interno lordo globale del 7% entro il 2050”.

Costruzione e convivenza
Alla domanda su come rispettare la natura, innestando le nostre case e gli edifici sull’ambiente che ci circonda, anziché costruirne di artificiali, diversi architetti mostrano in quale modo questo sia possibile, bello e desiderabile. Sono molti gli esempi che dimostrano come sia possibile un’armoniosa convivenza tra l’essere umano e l’albero.

Gli esempi
Riportiamo qua sette esempi di architettura che rispettano gli alberi preesistenti.

Un albero arrivato prima della casa

Fonte: smartforever

Fonte: smartforever

Una casa  di cristallo cilindrica costruita attorno a un albero

Fonte: Aibek Almasov

Fonte: Aibek Almasov

Complesso residenziale Niavaran

Fonte: Mohammad Reza Nikbakht

Fonte: Mohammad Reza Nikbakht

La casa del tè

Fonte: architizer

Fonte: architizer

Albero tra le scale

Fonte: Natasha Fatale

Fonte: Natasha Fatale

Casa Vogue

Fonte: casavogue

Fonte: casavogue

Asilo attorno agli alberi

Fonte: Tezuka Arch

Fonte: Tezuka Arch

Tratto da La Red21
[Trad. it Massimo Bonato]

Rate this post

Comments are disabled
Rate this article
Rate this post

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: