/ Comunicazione / Cina. Giornalisti robot per l’agenzia di stampa Xinhua

Cina. Giornalisti robot per l’agenzia di stampa Xinhua

Massimo Bonato on 09/11/2015 - 17:25 in Comunicazione

Il giornalista robot entra in redazione. Abbassare il costo della manodopera, rendere più efficace e precisa la comunicazione sono gli obiettivi che portano l’automa alla scrivania.



Nel processo di rinnovo della redazione, l’agenzia di stampa cinese Xinhua, agenzia di stato, ha accolto alla sua scrivania un nuovo giornalista: il robot.

La più importante agenzia di stampa cinese, conosciuta in Occidente con la sua traduzione di Nuova Cina (Xinhua) si accoda alla parossistica corsa al robot, alla automatizzazione dei processi produttivi che già sta tagliando decine di migliaia di posti di lavoro.

[Leggi anche: Cina. Le industrie puntano a sostituire il 90% dei lavoratori con robot. Licenziamenti a tutto spiano]

Semmai qui, la novità sarà che il robot non dovrà piallare, verniciare, cucire, ma scrivere articoli, scritti sino a oggi da esseri umani, sigaretta tra le labbra, polpastrelli schiacciati sui tasti di una macchina da scrivere, cornetta del telefono stretta tra collo e spalla.

Da venerdì 6 novembre infatti, ha fatto la sua comparsa l’automa: “il robot, che fa parte di una ristrutturazione della redazione – scrive l’agenzia Xinhua −, avrà due compiti: far risparmiare sulla manodopera e aumentare efficienza e precisione dei reportage”.

Il giornalista robot ha già fatto il suo praticantato in ottobre, quando ha da solo coperto l’evento calcistico della Super Lega Cina. E gli esperti si dicono ottimisti sulle possibilità che possa soddisfare le alte aspettative che su di lui l’agenzia ripone.

Scriverà di sport e di economia.

“Il robot è capace di scrivere notizie di sport su competizioni e risultati, sia in cinese sia in inglese” ha dichiarato il caporedattore sportivo della Xinhua Zhou Jie. Prima o poi diventerà sostituibile anche lui; bisognerà dirglielo che anche alla sua scrivania potrà sedere un caporedattore robot.


3 (60%) 1 vote

Comments are disabled
Rate this article
3 (60%) 1 vote

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: