/ Ambiente / Cina. Contro lo smog cinque nuove centrali nucleari entro il 2020

Cina. Contro lo smog cinque nuove centrali nucleari entro il 2020

Dopo Fukushima riprende vigore in Cina il programma nucleare con la creazione di altre cinque centrali nuclerai, che vanno ad aggiungersi alle 26 già in costruzione.
Massimo Bonato on 17/01/2015 - 17:56 in Ambiente, Inquinamento



di Massimo BonatoPulsanti-lingua_it_es-2
Come annunciato, Pechino dedicherà le proprie energie nei prossimi anni ad abbassare le emissioni di carbonio prodotte dalle centrali a carbone, e lo farà ricorrendo al nucleare, all’eolico e al solare.

Il giorno stesso in cui a Pechino vengono rilevati valori di smog superiori di 20 volte quelli raccomandati dall’Oms (organizzazione mondiale della sanità), nella capitale si decide di tornare al nucleare .
Dall’incidente del 2011 di Fukushima la Cina aveva sospeso la costruzione di nuovi impianti, che però ora riprende, con l’intento di portare a termine entro il 2020 la realizzazione di altre 5 centrali nucleari. Centrali che dovrebbero generare oltre 5 gigawatt di energia, producendo il 2% di emissioni sul totale che con l’energia nucleare si pretende di combattere.
“La Cina ha attualmente 22 centrali nucleari operative e 26 in costruzione. Mentre in Asia – secondo i dati pubblicati oggi dalla World Nuclear Association – ci sono 47 reattori in costruzione e altri 142 dovrebbero essere edificati entro il 2030” rende noto «cinaforum».

Rate this post

Comments are disabled
Rate this article
Rate this post

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: