/ Ambiente / Australia. Emergenza per la barriera corallina: «il più grave fenomeno mai documentato»

Australia. Emergenza per la barriera corallina: «il più grave fenomeno mai documentato»

Cambiamenti climatici e surriscaldamento globale stanno mettendo a repentaglio l’esistenza di gran parte della barriera corallina australiana, patrimonio dell’Unesco
Massimo Bonato on 22/04/2016 - 15:45 in Ambiente, Cambiamenti climatici, Disastri ambientali

Cambiamenti climatici e surriscaldamento globale stanno mettendo a repentaglio la sopravvivenza di gran parte della barriera corallina australiana, patrimonio dell’Unesco

heron620_2042596b
È uno spettacolo «straziante» quello che descrive il biologo Terry Hughes, a capo dell’équipe di ricercatori dell’ARC Centre della James Cook University. Gli scienziati hanno condotto un monitoraggio aereo lungo i 2300 chilometri di barriera corallina, scoprendo che il corallo sta “sbiancando”: «È il fenomeno più grave che abbiamo mai documentato, peggiore perfino del primo evento nel 1998 e del secondo nel 2002», dice il professor Hughes. «La metà settentrionale della Grande barriera risulta gravemente danneggiata, dalla Nuova Guinea verso Sud per circa 1000 chilometri: è come se dieci cicloni l’avessero colpita contemporaneamente».

La Grande barriera corallina australiana è patrimonio dell’Unesco, ma ora emerge questo dato inquietante: il 93% è colpito da sbiancamento. Con l’aumento della temperatura marina, il corallo è portato a espellere un’alga fondamentale per la loro sopravvivenza e che dà alla barriera il suo tipico colore. In alcune aree la mortalità del corallo è giunta sino al 50%.

Un danno ambientale di immani proporzioni causato dal surriscaldamento globale che ha innalzato la temperatura marina da una media di 24,5° in questo periodo dell’anno a 26,5°, quanto basta per provocare questo fenomeno. Fenomeno che potrebbe rientrare, se solo il governo australiano invertisse rotta e «accelerasse il passo verso energia pulita e rinnovabile – ha dichiarato Richard Leck, portavoce del Wwf. – L’Australia deve accelerare la transizione verso l’energia solare ed eolica, ponendosi l’obiettivo di raggiungere il 100% di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili entro il 2035».

Comments are disabled
Rate this article

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: