/ Ambiente / Allarme Nasa: le riserve d’acqua si stanno esaurendo

Allarme Nasa: le riserve d’acqua si stanno esaurendo

Massimo Bonato on 20/06/2015 - 09:26 in Ambiente

Non si potrà più tanto facilmente dire “perdersi in un bicchier d’acqua”, o “trovarsi con l’acqua al collo”, perché di acqua ce n’è sempre meno.

A lanciare l’allarme è la Nasa che pubblica il 16 giugno i risultati sulla rivista «Water Resources Research», dopo aver monitorato il pianeta per dieci anni, dal 2003 al 2013.

Più della metà delle principali riserve idriche sotterranee in tutto il mondo si stanno esaurendo a un ritmo crescente.

nnn


Si stima che 21 delle 37 più grandi falde acquifere del mondo abbiano passato il loro punti critici di sostenibilità, tra queste, 13 destano serie preoccupazioni. Ovvero, secondo gli scienziati della Nasa, questo significa che è stata consumata più acqua di quanta ne sia poi stata prodotta dalle falde, che forniscono il 35% dell’acqua utilizzata sul pianeta.

“Data la velocità con cui stiamo consumando le riserve mondiali di acqua sotterranea, abbiamo bisogno di uno sforzo coordinato globale per determinare la quantità che rimane” avverte Jay Famiglietti, scienziato della Nasa e ricercatore presso l’Università della California.

Anche se si sospettava già da tempo che le risorse idriche sotterranee si andassero assottigliando, la ricerca della Nasa fornisce la prima valutazione dettagliata del quadro mondiale del problema. Ed è un problema serio, che tenderà ad aggravarsi con il cambiamento climatico e la crescita della popolazione, dicono i ricercatori. Siccità, agricoltura, il sempre maggior sfruttamento minerario del pianeta attingono alle falde acquifere una sempre maggior misura di acqua. Jay Famiglietti porta il recente caso della California, che vive una stagione di siccità eccezionale: con fiumi e bacini prosciugati, già ora attinge il 60% del suo fabbisogno da falde acquifere, e in mancanza di piogge, entro la fine dell’anno vi dovrà far ricorso quasi del tutto. Altro caso sotto costante pressione è la falda sotterranea della penisola araba che serve 60 milioni di persone, insieme a quelle di India, Pakistan, Libia, Niger. Il problema è che le falde acquifere ci mettono migliaia di anni a riempirsi.


1 (20%) 1 vote

Comments are disabled
Rate this article
1 (20%) 1 vote

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: